DIE MACHEN LANGE BEINE

Tun Sie es den internationalen Modeprofis gleich und verlängern Sie Ihre Beine optisch auf Model-Länge – mit 15 klugen Styling-Tricks

Пятнистая акула-квагга

admin, · Kategorien: Allgemein · Schlagwörter: , ,

Halaelurus quagga (Alcock, 1899)

Пятнистая акула-квагга (лат. Halaelurus quagga) — малоизученный вид рода пятнистых акул, семейства кошачьих акул (Scyliorhinidae). Обитает в западной части Индийского океана. Максимальный размер 35 см.

Впервые вид описан в 1899 году в книге «A descriptive catalogue of the Indian deep-sea fishes in the Indian Museum».

Пятнистые акулы-квагги обитают в западной части Индийского океана у берегов Кералы, Индия, и Сомали. Эти акулы встречаются на континентальном шельфе на глубине 54—186 м.

Максимальная длина 56 см. У пятнистой акулы-квагги стройное длинное тело с заострённой и чуть вздёрнутой мордой. Овальные глаза вытянуты по горизонтали. Ноздри разделены треугольными кожными складками. По углам рта имеются короткие борозды

kelme soccer jerseys

KELME Latest Men’s V Neck Short sleeve Football Training Suit Team Jerseys

BUY NOW

39.99
25.99

. Рот маленький, его ширина составляет 6—9 %, а длина 4 % от общей длины тела.

Второй спинной плавник крупнее первого metal water bottle safety. Основание первого спинного плавника находится над окончанием основания брюшных плавников. Основание второго спинного плавника находится позади основания анального плавника. У взрослых акул брюхо довольно короткое, расстояние между основаниями грудных и брюшных плавников в 1,2 раза меньше переднего края грудных плавников. Длина основания анального плавника в 1,1—1,3 раза превышает длину основания второго спинного плавника и существенно короче дистанции между основаниями спинных плавников. Окрас светло-коричневого цвета, брюхо светлое, на спине имеются 20 тёмно-коричневых вертикальных узких полос.

Пятнистые акулы-квагги, вероятно, размножаются, откладывая яйца. Самки могут вынашивать в яйцеводах до 8 яиц одновременно. Размер новорожденных приблизительно 8 см

Brazil Home PAULINHO 18 Jerseys

Brazil Home PAULINHO 18 Jerseys

BUY NOW

$266.58
$31.99

. Самцы достигают половой зрелости при длине 28—35 см.

В качестве прилова пятнистые акулы-квагги попадают в рыболовецкие сети. Данных для оценки статуса сохранности вида недостаточно.

Royce Gracie

admin, · Kategorien: Allgemein · Schlagwörter: , , ,

Royce Gracie (Rio de Janeiro, 12 dicembre 1966) è un lottatore di arti marziali miste brasiliano di origini scozzesi, membro dell’Hall of Fame dell’Ultimate Fighting Championship e cintura nera di jiu jitsu brasiliano

Brazil Away WILLIAN 19 Jerseys

Brazil Away WILLIAN 19 Jerseys

BUY NOW

$266.58
$31.99

.

Una leggenda e un pioniere nello sport delle arti marziali miste, è largamente considerato la più influente figura nella storia delle MMA moderne.

Giunse alla fama con il suo dominio nei primi anni dell’UFC. Divenne noto per aver sconfitto avversari molto più grandi di lui e per aver vinto, tra il 1993 e il 1994, i tornei UFC 1, UFC 2 e UFC 4 e per aver pareggiato contro Ken Shamrock in un match per il titolo Superfight a UFC 5.

Gracie rese popolare il jiu jitsu brasiliano e rivoluzionò le arti marziali miste con i suoi risultati lanciando il movimento verso il grappling e l’allenamento incrociato nello sport.

Detiene il maggior numero di vittorie per sottomissione nella storia dell’UFC, undici, tutte conseguite tra UFC 1 e UFC 4; con tre tornei vinti è anche il lottatore UFC ad aver vinto il maggior numero di tornei ad eliminazione diretta e grazie alla vittoria del torneo UFC 2 è l’unico fighter nella storia dell’UFC ad aver vinto quattro incontri durante lo stesso evento.

È stato premiato con il riconoscimento Lifetime Achievement Award ai Fighters Only World MMA Awards nel 2013.

Nel 2014 è stato inserito da Sports Illustrated nella lista dei 50 più grandi atleti della storia, e a partire da quell’anno lavora come promotore dell’organizzazione Bellator MMA.

Parto della mente di Rorion Gracie e Art Davie, the Ultimate Fighting Championship (UFC) era un torneo a eliminazione di otto uomini con pochissime regole e un premio di 50.000$ dollari per il vincitore. Lo scopo principale era scoprire quali tra i differenti stili di arti marziali fossero i più adatti per scontrarsi l’uno contro l’altro. Art Davie mise annunci nelle riviste di arti marziali e mandò lettere a tutti gli artisti marziali che poté per reclutare partecipanti per il suo evento. Tra i concorrenti scelti vi furono il kickboxer Patrick Smith, il fighter della Pancrase Ken Shamrock, e il Savate world champion Gerard Gordeau.

Mentre Art Davie sentiva che il fratello maggiore dei Gracie, Rickson Gracie, fosse più forte e dotato di Royce e quindi l’ovvia scelta come rappresentante del Jiu-Jitsu, Rorion Gracie scelse il più giovane Royce per rappresentare lo stile di famiglia.

Nel suo primo incontro, Gracie sconfisse il boxer Art Jimmerson. Lo scambattò facendolo cadere tramite una baiana (morote-gari o double-leg) ottenendo una posizione dominante sopra di esso e facendo perso col braccio sinistro di Jimmerson attorno al collo del boxer. Sormontato e con solo un braccio libero, Jimmerson si arrese più per frustrazione che per una reale sottomissione.

Nelle semifinali, Gracie lottò contro Ken Shamrock, che aveva mostrato eccellenti abilità nel grappling skills nella sua vittoria per sottomissione al primo round su Patrick Smith. Gracie si precipitò immediatamente su Shamrock, che si distese efficacemente e salì sopra Gracie. Shamrock poi afferrò la caviglia di Gracie provando ad usare la stessa mossa finale usata nell’incontro precedente ma Gracie scivolò sopra di esso chiudendolo in una rear choke che forzò Shamrock a cedere per sottomissione. Shamrock in seguitò dichiarò che a Gracie era stato permesso di usare la sua uniforme permettendogli di sfruttarla come elemento per strangolare, mentre a lui non era stato concesso di usare le sue scarpe da wrestling perché gli organizzatori dell’evento dissero che avrebbe potuto usarle come arma e sentendo quindi che le regole del torneo erano state create per favorire Gracie. Royce discusse questa protesta dicendo di non aver usufruito di alcun vantaggio.

In finale, Gracie superò il Savate World Champion Gerard Gordeau (che si era rotto una mano nel primo incontro del torneo contro Teila Tuli), portando il suo avversario al tappeto e finendolo con un’altra rear choke, trionfando quindi nel primo torneo UFC della storia.

Nell’anno successivo, Royce Gracie continuò a lottare nell’UFC, ottenendo vittorie per sottomissione contro Patrick Smith, European Judo Champion Remco Pardoel del peso di 113 kg e Kimo Leopoldo. La sua vittoria finale nell’UFC fu in un match che durò 16 minuti (non c’erano round né tempo limite), durante il quale fu continuamente schienato dal wrestler di 118 kg Dan Severn. Alla fine del match, Royce chiuse le sue gambe in una triangle choke vincendo per sottomissione. Il match durò oltre la durata limite del pay per view e gli acquirenti, che persero la fine del combattimento, chiesero indietro i loro soldi.

A UFC 3 Gracie si ritirò da un combattimento contro Harold Howard a causa della disidratazione causata dal suo match precedente contro Kimo Leopoldo. Gli annunciatori di UFC 3 dissero che la spalla del brasiliano era rimasta infortunato nel precedente round. Prima che il match contro Howard iniziasse, l’angolo di Gracie gettò a terra l’asciugamano.

Il tempo limite fu reintrodotto nel 1995 e Ken Shamrock sarebbe diventato il primo fighter a sopravvivere a un attacco di sottomissioni di Royce Gracie giungendo al pareggio. Il match durò 30 minuti più altri 6 di tempo supplementare. Il pareggio aprì un grande dibattito e controversie su chi avesse vinto se ci fossero stati dei giudici o non ci fosse stato un tempo limite. Dopo questo combattimento Royce lasciò l’UFC.

Ad UFC 45 nel novembre 2003, il decimo anniversario del primo torneo UFC, Ken Shamrock and Royce Gracie furono i primi fighter indotti nella UFC Hall of Fame. Il presidente dell’UFC Dana White dissè: „Sentiamo che nessun lottatore meritasse più di Royce e Ken di diventare i membri iniziali. Il loro contributo al nostro sport, sia dentro che fuori l’ottagono, potrebbe non venire mai eguagliato“.

Kazushi Sakuraba, un ex wrestler amatoriale e professione che avevo derivato le sue abilità nelle sottomissioni non dal jiu jitsu ma dal catch wrestling, aveva vinto un match contro il compagno di squadra Nobuhiko Takada per decisione unanime, prima di trovarsi ad affrontare Royce Gracie. Gracie and Sakuraba battagliarono per un’ora e mezza. All’inizio del combattimento, Sakuraba aveva quasi chiuso i giochi con una knee-bar verso la fine del primo round. Più tardi, Royce ritornò in vantaggio con una guillotine choke con la gola di Sakuraba intrappolata in essa ma che non appariva in difficoltà dal momento che trovò anche il tempo di scherzare col pubblico tentando di far scendere i pantaloni a Gracie. Sicuramente la stessa regola di Gracie di non aver un tempo limite iniziò a funzionare più contro il brasiliano che contro Sakuraba, il quale mostrava una miglior condizione, che continuò a colpire Royce invece che tentare una sottomissione prolungando il match.

Come il combattimento procedeva, le abilità nel wrestling di Sakuraba annullarono l’abilità di Gracie di mettere a segno takedown arrivando in alcune circostanze a superare la sua guardia. L’onnipresente jiu-jitsu di Royce divenne infine un’arma in favore del wrestler da usare contro il suo avversario dal momento che Sakuraba lo usò per controllare Gracie nei momenti in cui il combattimento andava a terra. Ad ogni modo, con Sakuraba in controllo dei takedown, questi momenti di lotta a terra diventarono sporadici nel prosieguo del match. Dopo 90 minuti di battaglia pieni di pesanti calci alle gambe, il fratello di Royce gettò l’asciugamano. Gracie non poteva più rimanere in piedi e si ruppe un femore a causa dei danni accumulati. Sakuraba in seguito sconfisse altri membri della famiglia Gracie, inclusi Renzo Gracie e Ryan Gracie, guadagnandosi il soprannome di „Gracie Hunter.“

Gracie tornò nel PRIDE nel 2002 per combattere contro la medaglia d’oro giapponese nel judo Hidehiko Yoshida in un match Judo vs. Brazilian Jiu-Jitsu con le regole MMA limitate a queste sole due discipline. Gracie perse l’incontro quando l’arbitro stoppò il match poiché aveva perso i sensi intrappolato deep gi-choke. Quasi immediatamente, contestò questa decisione dicendo che fosse pienamente cosciente al momento della sospensione dell’arbitro

United States Home BRADLEY 4 Jerseys

United States Home BRADLEY 4 Jerseys

BUY NOW

$266.58
$31.99

. In seguito, nel backstage

kelme soccer jerseys

KELME Latest Men’s V Neck Short sleeve Football Training Suit Team Jerseys

BUY NOW

39.99
25.99

, i Gracies chiesero che il risultato fosse tramutato in un no contest e che fosse programmato un immediato rematch (questa volta con regole differenti). Se così non fosse stato, l’intera famiglia Gracie avrebbe abbandonato il Pride per non lottarvi mai più. Il PRIDE, disperato di perdere la famiglia Gracie, accettò le loro richieste. La rivinciata tra Yoshida and Gracie ebbe regole più simili a quelle standard nelle arti marziali miste. Questo incontro si tenne a PRIDE Shockwave 2003 il 31 dicembre, 2003. Il match, che non aveva dei giudici su richiesta dei Gracie, finì con un pareggio dopo dieci round da due minuti l’uno.

Nel settembre 2004 il Pride fu in disaccordo con Gracie sulla sua partecipazione al Pride Middleweight Grand Prix 2005. Gracie aveva problemi con gli avversari propostigli e con le regole (i combattimenti del Grand Prix fights dovevano avere un vincitore e non potevano finire in pareggio). Decise così di passare alla organizzazione K-1. Il Pride fece causa a Gracie per aver rotto il suo contratto con loro. Il caso fu giudicato nel settembre 2005, con Gracie costretto a fare pubbliche scusa, prendendosi la colpa sulla cattiva interpretazione del suo contratto da parte del suo manager.

Il 31 dicembre 2004 Gracie entrò nel K-1 nella card „Dynamite!“ all’Osaka Dome, facing contro l’ex lottatore di sumo e debuttante nelle MMA, Akebono Tarō (vero nome Chad Rowan) sotto regole MMA speciali (dieci round da due minuti; il match avrebbe potuto finire con un pareggio). Gracie superò in fretta il suo pesante avversario, forzando Akebono a cedere con un lucchetto alla spalla dopo 2.13 del primo round. Il match fu arbitrato dal rinomato arbitro delle MMA John McCarthy.

Esattamente un anno dopo, nella card di „Dynamite!“ del 31 dicembre 2005, Gracie combatté contro il giapponese Hideo Tokoro, un fighter di 65 kg, in un match finito in pareggio dopo 20 minuti. L’avversario originale del brasiliano avrebbe dovuto essere l’alto debuttante coreano Choi Hong-man.

Il 16 gennaio 2006 Dana White, presidente UFC, annunciò che Royce Gracie sarebbe tornato in UFC per combattere contro l’UFC welterweight champion Matt Hughes il 27 maggio 2006 UFC 60. Questo fu un match non titolato in un match catchweight di 175 libbre. sotto le regole dell’UFC e della commissione atletica dello Stato della California. Per prepararsi, Gracie si allenò nel Muay Thai e fu frequentemente mostrato in materiali pubblicitati della Fairtex. Nel primo round, Hughes iper-estese il braccio di Grazie in una potente leva al braccio ma Gracie rifiutò di cedere ostentando una espressione calma nel volto.

Hughes aveva affermato, in precedenti interviste, avrebbe preferito farsi spezzare il braccio che essere sottomesso. Hughes vinse il combattimento TKO per pugni al minuto a 4.39 del primo round.

Royce dopo il combattimento disse a Hughes di volere un rematch e di non essere sorpreso dalla performance di Hughe: „No, sapevamo cosa stava pianificando di fare. Avevamo elaborato un piano di combattimento prima del match e ha fatto esattamente quello che ci aspettavamo. Mi sono sovra-preparato per il match. Questo è tutto. Ho iniziato ad allenarmi troppo, troppo duramente e per troppo tempo. Ha fatto esattamente ciò che ci aspettavamo.“

L’8 maggio 2007, EliteXC annunciò che l’avversario di Gracie il 2 giugno a Dynamite!! USA event a Los Angeles, California, sarebbe stato il figher Giappone Kazushi Sakuraba. In combattimento molto strategico e scarso di avvenimenti, Gracie superò Sakuraba con una controversa decisione unanime, e non pochi spettatori e siti di MMA pensarono che Sakuraba avesse vinto il match: Sherdog assegnò un punteggio di 29–28 in favore del giapponese. Dopo l’incontro, Royce fu trovato con elevati livelli di nandrolone nel sangue. „L’uso di steroidi è semplicemente imbrogliare“ disse Armando Garcia, direttore esecutivo della commissione atletica della California. “Non sarà tollerato in questo stato.”

Gracie fu multato di 2.500 dollari (la sanzione massima che la commissione può imporre) e sospeso fino al 30 maggio 2008. Gracie pagò la multa.[15] Il membro della commissione atletica della California Bill Douglas disse a MMAWeekly, „Attualmente, le nostre regole non ci permettono di ribaltare una decisione in base al risultato di un test antidoping. Ad ogni modo, Armando Garcia e io ci incontreremo col procuratore generale per iniziare il processo di modifica delle esistenti leggi per incorporare queste regole per il futuro. Dovremmo tutto risolversi come ho anticipato, mi aspetto di vedere i cambiamenti entro la fine dell’anno.“

Royce Gracie decise di difendersi dalle accuse durante un’intervista online nel maggio 2009, due anni dopo il fatto, dicendo che il suo peso nel primo evento UFC era di 178 libbre e affermando che nel suo match contro Sakuraba il peso era solo di 180 libbre, avendo guadagnato quindi solo due libbre (0,907 kg). Questo fu ampiamente messo in discussione dagli esperti e che il suo peso fosse in realtà 188 libbre per l’incontro con Sakuraba. Secondo ESPN „Gracie era in possesso di un fisico esagerato, ma era chiaro che fosse più scolpito nel match del 2 giugno contro Kazushi Sakuraba di quanto lo fosse nel maggio 2006 nel match contro Matt Hughes. Nell’incontro precedente pesava 175 libbre (79,3 kg); contro Sakuraba, era 188 (85,2 kg). Non c’è bisogno di essere un nutrizionista per osservare che un aumento della massa muscolare di 13 libbre (5,89 kg) all’età di 40 anni è un’impresa straordinaria per un atleta vicino al mezzo secolo“.

Mentre Gracie non si considera ufficialmente ritirato, non sta nemmeno cercando di organizzare dei match, dicendo a FanHouse, „Mi viene proposto continuamente. Rispondo solamente: ‚Mettete su uno show’e posso combattere. È semplice. Ma non ho davvero l’urgenza di lottare, quella rabbia per lottare.“ In un’intervista del dicembre 2010, disse che avrebbe potuto lottare in un superfight ma che stava trattando il suo ritorno per il 2011.

Il 5 dicembre 2010 l’UFC tenne una conferenza stampa a Rio De Janeiro, Brasile, annunciando un evento il 27 agosto 2011 all’HSBC Arena. Durante la conferenza stampa Royce disse: „Questo ritorno dell’UFC in Brasile mi tocca da vicino, facendomi sentire il desiderio di tornare nell’Octagon. Sta tutto venendo negoziato con Dana White. Aspettiamo”. L’11 marzo 2011 il profilo di Royce Gracie fu riaggiunto su ufc.com tra la lista dei figher attivi come peso medio e il suo manager disse che stava effettivamente negoziando con l’UFC per un ritorno nell’ottagono dicendo che era una questione „mettere le cose per iscritto“ e che c’era molto tempo per farlo. Il presidente UFC Dana White indicò a MMA Fighting che la promotion che non aveva interesse a proporre un match a Royce Gracie per l’evento di agosto Rio de Janeiro, smentendo le voci su colloqui tra le parti che avrebbero potuto portare a un ritorno del brasiliano. Royce rimane comunque speranzoso per un ritorno futuro.

È presente nel video dei Sepultura, Attitude, guest star insieme a Danny Trejo e altre personalità conosciute in Brasile

United States Home CAMERON 20 Jerseys

United States Home CAMERON 20 Jerseys

BUY NOW

$266.58
$31.99

; font-weight: bold; margin: 0″>Altri progetti

San Pedro Sula

admin, · Kategorien: Allgemein · Schlagwörter: , ,

San Pedro Sula – miasto w północno-zachodnim Hondurasie, położone około 60 km od wybrzeża Morza Karaibskiego.

kelme soccer jerseys

KELME Latest Men’s V Neck Short sleeve Football Training Suit Team Jerseys

BUY NOW

39.99
25.99

. Drugie pod względem liczby ludności miasto kraju. Ludność: 437,8 tys. mieszk. (2001). Ośrodek administracyjny departamentu Cortés.

Miasto zostało założone 27 czerwca 1536 przez Pedro de Alvarado jako Villa de San Pedro de Puerto Caballos women business casual dresses. Ale już od XVI wieku używana jest nazwa San Pedro Sula odnosząca się do jego położenia w dolinie Sula. Silnym bodźcem do rozwoju miasta było doprowadzenie linii kolejowej, która połączyła je z portem Puerto Cortés w 1888 (stolica kraju Tegucigalpa położona 400 km w głębi lądu nie posiada połączenia kolejowego). Od tej pory San Pedro Sula stanowi główny ośrodek finansowy i gospodarczy kraju, położony w centrum dużego regionu uprawy bananów i trzciny cukrowej. W mieście rozwinął się głównie przemysł spożywczy i tytoniowy (produkcja cygar). Znajduje się tutaj międzynarodowy port lotniczy (SAP), jeden z głównych portów kraju. W mieście działa uniwersytet Universidad de San Pedro Sula, założony w 1978.

W mieście znajduje się muzeum archeologiczne, które posiada znaczne zbiory sztuki prekolumbijskiej.

Miasto boryka się z problemem wojny gangów narkotykowych. W roku 2011 w mieście zostały zabite 1 143 osoby

kelme casual polo

KELME Summer Men Comfortable T-shirt Breathable Casual Polo

BUY NOW

29.99
19.99

, co w przeliczeniu na liczbę ludności daje najwyższy procent na świecie, dlatego też miasto zostało uznane za jedno z najniebezpieczniejszych miast świata.

Swoje siedziby mają tu Real España i CD Marathón.

Urodził się tu David Suazo, reprezentant Hondurasu

kelme casual polo

KELME Summer Men Comfortable T-shirt Breathable Casual Polo

BUY NOW

29.99
19.99

, od 2007 r. piłkarz Interu Mediolan.

W mieście znajduje się hala sportowa Gimnasio Municipal.

Puma Fußballschuhe Steckdose | Kelme Outlet

MCM Rucksack | Kelme | maje dresses outlet| maje dresses for sale

kelme paul frank outlet new balance outlet bogner outlet le coq sportif outlet schlanke straffe Beine Overknee-Stiefeln